Il marmo domina nel nuovo luxury store di Manolo Blanik a New York

Photo: AMNA
Ergomac banner ad
Eltrak - Cat banner ad

Un altro negozio è stato aperto da Manolo Blahnik, questa volta in Madison Avenue a New York in un iconico edificio del 1923 con due vetrine separate. Una porta alla collezione donna, l’altra è dedicata agli uomini. Collegato internamente, ma con ogni spazio con una decorazione e una personalità separate.

Il bianco per lei, l’azzurro acceso per lui, nella nuova boutique di scarpe del famoso stilista, domina il marmo con due lampadari veneziani che lo illuminano. “Ho creato un luogo in cui i clienti possono rilassarsi”, ha detto Blank, che ama l’architettura e ha progettato il nuovo spazio con sua nipote e CEO Christina e l’interior designer David Thomas.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad

Sebbene si pensasse che il periodo dovuto a un’epidemia per l’apertura di un nuovo negozio potesse non essere appropriato, l’entusiasmo di Blanik è stato grande. Spiega a Vogue: “Ho paura da un lato di aver aperto un nuovo negozio a New York. Non so se è il momento giusto… In compenso ho pensato “sì! Perchè no;” Le persone sono psicologicamente depresse a causa della pandemia dello shopping. Quale sarà la motivazione? “Qualcosa di diverso… A volte mi sentivo come se mi stesse per esplodere la testa, ma ho finito la collezione… e penso che sia una delle migliori collezioni che abbia mai fatto”, dice il designer. Non faccio grandi cambiamenti, non seguo la moda, ma progetto pensando con il significato di “mi piace” o “perché no…” E questa volta ho disegnato così. L’approccio massimalista che ho adottato è stata una risposta ai vincoli del blocco”. Lo stilista prevede un ritorno alla ricerca del piacere e della sensualità – “perché la moda è sensuale in ogni caso”.

Per il suo nuovo negozio, il designer si è ispirato alla sua prima visita a New York nel 1974 e ha preferito il marmo come protagonista, cosa che ha fatto in altri negozi, utilizzandolo, sui pavimenti, ma anche sugli scaffali. che ama particolarmente, oltre all’architettura, mettendo sempre i propri tocchi nei suoi spazi.