Il tavolo in marmo supera i confini della produzione di mobili

Ergomac banner ad
Eltrak - Cat banner ad

I modi in cui la natura può sorprenderci sono illimitati. Prendiamo, ad esempio, una grotta in Turchia che è stata a lungo estratta per il suo marmo Rosso Lepanto viola-rossastro, ma nel 2018 ha prodotto inaspettatamente una lastra dai toni salvia profondi con sfumature di verde più scuro: questa un imminente tavolo in marmo in edizione limitata, disegnato da Roberto Lazzeroni per il marchio italiano Poltrona Frau. “Come sempre, abbiamo trovato un tesoro che non stavamo cercando”, afferma Nicola Coropulis, CEO di Poltrona Frau. ‘Quando abbiamo trovato il marmo verde Rosso Lepanto, non avevamo idea di cosa avremmo fatto con esso.’

Coropulis rimase estasiato dal marmo e dalla sua storia di origine e decise di acquistare l’intera lastra. Ha quindi contattato Roberto Lazzeroni, un collaboratore di lunga data, per parlargli della scoperta. La coppia ha elaborato idee durante la cena fino a quando Lazzeroni ha presentato un piano per creare un tavolo in marmo. Il progetto avrebbe attinto alla sua esperienza interdisciplinare nella sua ingegneria, pur mantenendo un focus sulla materialità del marmo stesso.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad
Un dettaglio del raro marmo Rosso Lepanto dalle sfumature verdi

Lazzeroni era vincolato creativamente dalla quantità di marmo disponibile, ma per il resto aveva carta bianca. “L’unico limite stava nella misura della lastra di marmo”, dice, notando che il blocco di marmo stesso misurava 240 cm, ma il suo progetto misurava 340 cm. “La mia soluzione era riunire due ellissi, quindi tagliarle e unirle sulla diagonale per creare un’unica figura geometrica.” Confrontando questa forma finale con yin e yang, o il simbolo dell’infinito, il designer ha scelto il nome “Infinito’.

Il design è stato prodotto in una serie di 72 pezzi. I tavoli sono disponibili in due dimensioni, con un peso di 491 kg e 286 kg rispettivamente. I pezzi più grandi, otto in totale, presentano una doppia forma ovale e due supporti in marmo bianco, mentre i 64 modelli più piccoli hanno un semplice piano ovale e un’unica base. La natura del materiale e il suo disegno individuale rendono ogni tavolo unico.

Ritagliare il piano del tavolo

Ognuno è stato realizzato in Toscana da esperti marmisti, che intagliano minuziosamente il Rosso Lepanto verde per creare il suo piano e scolpiscono la sua sorprendente base bianca di Carrara utilizzando un processo di fresatura ad alta tecnologia che utilizza un braccio robotico con cinque rotanti assi. “Con questo processo, la conoscenza del materiale deve essere supportata da conoscenze tecnologiche avanzate”, afferma Lazzeroni, elogiando gli abili artigiani che hanno lavorato al progetto.

Fonte: www.wallpaper.com