L’Arabia Saudita ospiterà il Future Minerals Summit sugli investimenti minerari in Medio Oriente, N. Africa

Ergomac banner ad
Eltrak - Cat banner ad

Il Ministero dell’Industria e delle Risorse Minerarie saudita ha annunciato i dettagli del Future Minerals Summit inaugurale, il primo evento in assoluto ad offrire un “one-stop-shop” per investitori, minatori e altre parti interessate del settore interessate a saperne di più sul potenziale minerario del Medio Oriente, dell’Asia centrale e dell’Africa settentrionale e orientale.

Il Future Minerals Summit si terrà sotto il patrocinio del Custode delle Due Sacre Moschee Re Salman bin Abdulaziz, ha riferito l’agenzia di stampa saudita.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad

“Stiamo mettendo l’estrazione mineraria e gli investimenti al centro della nuova economia saudita”, ha affermato il ministro dell’Industria e delle risorse minerarie, Bandar Alkhorayef. “Con una dotazione mineraria stimata di 1,3 trilioni di dollari, stiamo cercando investitori e partner che collaborino con noi per continuare a trasformare l’industria mineraria saudita negli anni a venire”.

In programma dall’11 al 13 gennaio 2022 a Riyadh, gli inviti sono stati estesi ai principali leader mondiali del settore minerario, investitori e influencer e relatori coinvolgenti.

Il programma della conferenza è costruito attorno a quattro pilastri: Definire un nuovo hub minerario – mostrare le opportunità in Medio Oriente, Asia centrale e Africa settentrionale e orientale. Terre di opportunità: delineare le opportunità di partnership attraverso catene del valore integrate. Reimagining Mining: puntare i riflettori sulle innovazioni che supporteranno il mining in futuro, e Mining’s Contribution to Society – evidenziando il ruolo vitale del settore nel produrre gli input necessari per creare un futuro circolare del carbonio, oltre ad attirare la forza lavoro del futuro.

Fonte: english.aawsat.com