Aumentano le importazioni di marmo e granito di Xiamen dai Paesi membri dell’ASEAN

Eltrak - Cat banner ad

Il commercio della città di Xiamen con i Paesi membri dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) è aumentato nei primi quattro mesi del 2022. Secondo un articolo dell’agenzia di stampa cinese Xinhua, il valore totale delle importazioni e delle esportazioni della città con i Paesi ASEAN ha raggiunto circa 7,74 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2022, con un aumento del 15,1% rispetto al 2021. Le esportazioni sono cresciute del 9,1%, mentre le importazioni sono aumentate del 19,6%.

Concentrandosi sulle importazioni di marmo e granito dalla provincia del Fujian, dove si trova Xiamen, si nota un rapido aumento delle importazioni di marmo e granito dai Paesi membri dell’ASEAN. Il grafico seguente mostra l’andamento del valore e della quantità delle importazioni tra il 1° trimestre 2018 e il 1° trimestre 2022:

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad

Le importazioni di marmi del Fujian dai Paesi membri dell’ASEAN nel primo trimestre del 2018 sono state di circa 5,2 milioni di dollari, con una quota percentuale dell’1,5% del valore totale e del 2% della quantità. Nel primo trimestre del 2022, il valore delle importazioni ha superato i 16,8 milioni di dollari, con una quota di valore complessiva del 5,4% e una quota di quantità del 9,06%.

L’aumento del marmo è stato trainato da un incremento delle importazioni dalla Cambogia. Nel primo trimestre del 2018 le importazioni di marmo dalla Cambogia erano pari a zero, mentre nel 2022, dopo una continua e rapida crescita, hanno raggiunto i 12 milioni di dollari con una quota complessiva in valore del 3,81% e in quantità del 7,55%.

Le importazioni di granito sono molto inferiori a quelle di marmo. Tuttavia, hanno registrato un continuo aumento. Nel primo trimestre del 2018, le importazioni di granito hanno raggiunto i 59.000 dollari, con una quota dello 0,02% del valore totale e dello 0,05% della quantità. Nel primo trimestre del 2022, il valore delle importazioni ha superato i 2,2 milioni di dollari, con una quota del valore totale dello 0,71% e della quantità dell’1,63%.