I porti della Spezia e Marina di Carrara aumentano la movimentazione merci rispetto al 2021

Eltrak banner ad

Nei primi sei mesi dell’anno i porti della Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale hanno movimentato complessivamente 9,5 milioni di tonnellate di merci, in incremento del 12,6% sul medesimo semestre dell’anno precedente, e 725.522 TEU, in flessione del 3,5%.

Nel dettaglio, il porto della Spezia nel primo semestre 2022 ha movimentato 6.726.834 tonnellate di merce, in flessione dell’1,5% per il calo del 7,1% dell’export, che ha raggiunto nei sei mesi 3.720.715 t, compensato dalla importante crescita del 6,6% dell’import, che ha riguardato 3.006.119 t di merce.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad

Le rinfuse liquide sono ammontate a 723.304 t, in crescita del 14,6%, quelle solide a 59.730 t anch’esse in crescita (+336%), mentre il general cargo ha raggiunto 5.943.800 t, in flessione del 3,9%. In termini di teu movimentati, il porto spezzino nei primi 6 mesi dell’anno ha visto una flessione 3,9%, raggiungendo 675.203 teu, di cui 656.795 teu in modalità gateway (-3%), e 18.408 teu in trasbordo (-27,9%). Un andamento in discesa che non ha avuto riscontro nel  mese di giugno, in cui si è evidenziata una netta inversione di tendenza, con 122.777 teu movimentati, in incremento del 5,2% sul giugno 2021. Si aspettano i mesi a seguire per verificarne la stabilità.

In generale, la flessione subita nel settore container ha avuto risvolti sul trasporto intermodale, che nel semestre ha formato 4.199 treni (-4,8% rispetto al 2021), composti con 63.782 vagoni complessivi, che mostrano un calo molto più ridotto (-1,9%). Le tonnellate di merce containerizzata caricate su treno sono state 1,74 milioni (-3,8%), che hanno interessato la quota del 29,3% del general cargo movimentato complessivamente nel semestre. Infine, in forte ripresa il traffico croceristico, che nel 1° semestre ha registrato un transito di 142.687 passeggeri (+1.013%).

Per quanto riguarda i traffici del porto di Marina di Carrara, essi sono cresciuti anche nel primo semestre 2022, proseguendo il trend del 2021. Crescono i trasporti ro-ro con la Sardegna, come i volumi delle rinfuse solide e del general cargo. Complessivamente il porto carrarino ha movimentato 2.774.198 tonnellate di merce (+72,6%), di cui 954.236 in import (+42,3%) e 1.819.962 in export (+94,2%). Le rinfuse solide sono ammontate a 820.220 t, in forte crescita (+516%); mentre il general cargo ha raggiunto 1.953.978 t, in aumento del 32,6%, ripartito in 644.539 tonnellate (+1,6%) di merci containerizzate, in 963.225 t (+76,6%) rotabili e in 346.214 t (+17,7%) di altre merci varie.

Riguardo il traffico ro-ro, le unità trasportate ammontano a 25.001, con un incremento dell’80,9% sul 2021, mentre il traffico contenitori ha raggiunto ancora una volta un risultato storico con 50.319 teu (+2,5%). Cresce sensibilmente anche il trasporto ferroviario convenzionale, con l’inoltro di 56 treni (+124%), composti con 1.033 vagoni complessivi (+139%). Le tonnellate di marmo inoltrate via ferrovia sono ammontate a 48.514 (+138%), coprendo la quota del 14% sul volume complessivo delle merci varie movimentate.

Fonte: www.cittadellaspezia.com