Julie Chaida: “Aperta la «strada» per l’estrazione sotterranea di Volakas Drama in Grecia”

Ergomac banner ad
Eltrak - Cat banner ad

Il presidente dell’Associazione delle imprese di marmo della Macedonia-Tracia, in Grecia, e vicepresidente di “Iktinos Hellas SA”, la signora Julie Chaida, ha parlato a Stonenews.eu degli ultimi sviluppi nel campo del marmo, sottolineando l’esito positivo della revoca del divieto orizzontale in merito allo sfruttamento delle cave nell’area di Volakas, a Drama, Grecia, area nota per il suo marmo in tutto il mondo. Uno sviluppo che, come ha detto, promuove l’estrazione sotterranea a Volakas senza alcun intervento nell’ambiente e allo stesso tempo le aziende hanno l’opportunità di sfruttare più giacimenti.

Allo stesso tempo, la signora Haida ha fatto riferimento all’importanza di questo sviluppo per il marmo greco ed è ottimista sul fatto che le nuove decisioni attese dallo stato aiuteranno l’industria e ne miglioreranno la sostenibilità.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad

Signora Chaida, qual è la sua opinione sulla nuova decisione del ministero, che revoca il divieto orizzontale di sfruttamento delle cave all’interno dell’area protetta, cosa che promuove l’estrazione sotterranea?

Si tratta di una notizia positiva, per quanto riguarda l’industria estrattiva del marmo e in particolare per il centro di cava di Volakas. La nuova decisione del governo sull’area protetta di Volakas, ha modificato la precedente decisione che prevedeva il divieto orizzontale di estrazione del paesaggio protetto. Rimane però lo status di protezione che esiste con le decisioni NATURA che non vietano completamente l’estrazione.

Quindi, a determinate condizioni e valutazioni specifiche, l’estrazione sotterranea può essere promossa. L’estrazione sotterranea è ancora in corso in alcune cave, ma alcune di esse avevano raggiunto il limite e a causa del precedente divieto non potevano procedere. Ora, in questi casi, l’estrazione sotterranea continuerà. Le ultime decisioni non modificano l’area protetta di Volakas e non ci saranno interventi sull’ambiente. Le società di marmo sono semplicemente in grado di sfruttare più depositi.

Cosa significa questo per le aziende di cava e per il marmo greco in generale?

Questo sviluppo riguardante l’area protetta di Volakas è un passo positivo dello Stato e mostra un interesse pratico per l’industria del marmo. Fino ad oggi il governo greco aveva buone intenzioni nei confronti delle aziende del marmo e ora ci aspettiamo che venga attuato nella pratica. Crediamo che ora che la pandemia stia iniziando a placarsi e inizieremo ad avere notizie più positive e verranno affrontate altre questioni. Siamo in attesa di alcune decisioni, che verranno prese a breve e aiuteranno il settore, avendo sempre in mente la tutela dell’ambiente.

Questi ultimi movimenti creano nuove prospettive per lo sviluppo delle aziende del marmo e migliorano la vitalità dell’industria in quanto non è sufficiente avere la necessaria ricchezza mineraria nella regione, ma dovrebbe poter essere sfruttata.