Architect Show 3:«Architects Talk», una conferenza importante per l’ architettura, Atene

Eltrak - Cat banner ad

La conferenza di due giorni “Architects Talk” di Archisearch.gr è organizzata durante il principale evento di architettura “The Architect Show 3”, a Metropolitan Expo, ad Atene. Il tema di quest’anno, “Esplorare l’ignoto”, esprime la necessità di riflettere sull’architettura e sul suo ruolo in una realtà sociale, economica e politica in rapida evoluzione nell’era covid-19.

Sabato 11 dicembre: 6 sezioni riuniscono sul palco di “Architects Talk” rappresentanti dei principali studi di architettura. L’ evento apre con il panel “Architetture invisibili”, in cui verranno discussi i concorsi di architettura, nonché i progetti che, pur non realizzati, lasciano in eredità buone idee. Segue “Hotel e Resort”, particolarmente importante in un momento in cui l’investimento turistico è al suo apice. Un aumento è stato osservato anche nelle abitazioni private, che stanno cambiando a causa delle esigenze della nuova era phygital che stiamo attraversando, come sarà discusso in “Architettura del tempo libero”.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad

A metà giornata si svolgerà il panel “The future of workspace”, in cui verranno presentate le proposte per gli uffici del futuro, ovunque si trovino. Quello che segue è il dialogo sul “nuovo condominio” e il suo posto in una metropoli moderna e democratica. La giornata si conclude con il panel “Storytelling design”, dedicato al design effimero attraverso installazioni artistiche, costruzioni pop up e concept commerciali stilizzati.

Alcuni degli architetti che parleranno di architettura oggi sono Tsambikos Petras, Katerina Vasilakou, Angeliki Athanasiadou, George Mitroulias, Elias Papageorgiou, Konstantinos Pantazis, Ria Vogiatzis, Aspasia Taka, Tasos Georgantzis, Constantinos Karampatakis , Vaggelis Stylianidis, Sotiris Tsergas, Aristidis Dallas, Tatiana Coupa, Gianni Dourida , Sotiris Anyfantis, Stella Pieri, Dimitris Moustroufis, Marika Mavroleon, Panos Parthenios, George Tsolakis, Maria Papafigou, Dimitris Tsigos, Eva Manidaki, Sofia Krimizi, Miltos Kontogiannis, Thanos Zakopoulos, Mara Pap, Loukas Bobotis, Eleni Tsirintani, Marianna Athanasiadou, George Batzios, Konstantinos Lambrinopoulos,  John Veikos, Michel Mossessian, Peter Lurray,  Elia Messina.

Nella stessa giornata si terranno due dibattiti sul mercato immobiliare, coordinati dall’avvocato Marcel Kremer, dell’ufficio Cremer & Partners.

Domenica 12 dicembre: il primo ospite internazionale di “Architects Talk” è il leggendario architetto Peter Murray, curatore del New London Architecture Forum, pioniere del London Festival of Architecture nato come Clerkenwell Architecture Biennale nel 2004 e curatore di alcune delle mostre più importanti degli ultimi anni 40 anni alla Royal Academy.

Sempre da Londra, il palco di “Architects Talk” sarà visitato dall’architetto Michel Mossessian, che ha ideato, tra l’altro, la proposta vincente per la nuova sede della NATO e diversi edifici simbolo di Londra, come il 5 Merchant Square a Paddington , quella occupata da Marks & Spencer, e gli edifici S1 e S2 a King’s Cross, uno dei quali ospiterà gli uffici di Google Deepmind. Motivato dalla sua visione di creare un’architettura culturalmente reattiva, ha lavorato presso il Sito Patrimonio dell’Umanità a Medina, Fez, in Marocco, ed è profondamente interessato al localismo culturale e all’architettura che si occupa di molto più degli edifici stessi. Attualmente è visiting professor all’Imperial College di Londra, dove tiene conferenze su come l’architettura influisce sulla prosperità.

Il terzo ospite internazionale, Leon Avigad, è un albergatore visionario che guida i Brown Hotels da Israele, che attualmente investono 300 milioni di euro in Grecia, nel campo dell’ospitalità. Leon parlerà e spiegherà perché ha scelto di investire nel Paese e condividerà la sua visione per la trasformazione di Omonia in una destinazione culturale e creativa, poiché 12 hotel del suo gruppo opereranno nell’area.