Importante scoperta a Naxos,Grecia: sono venute alla luce antiche cave

Credit: Ken Sheedy, Macquarie University, Australia.
Eltrak - Cat banner ad

L’origine del marmo da cui è stata creata la statua di Apollo sull’isola di Delo è rimasta un mistero per decenni. Ma questo mistero è stato risolto grazie alle ricerche di un geoarcheologo, che ha scoperto la fonte nelle antiche cave di marmo di Naxos, che non si scoprivano da anni.

Il periodo greco arcaico (intorno all’800-480 aC) è noto per le statue di Kouros, che raffiguravano giovani. Insieme, l’enorme kouros di Apollo a Delo che si stima fosse alto circa dieci metri, sebbene oggi sia rotto in molti punti. Gli enormi pezzi di marmo sono bianchi e consumati e molti analisti erano interessati al marmo e alla sua fonte.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad
Marble quarry at Sangri Valley. Photo by Scott Pike.

Il geoarcheologo Scott Pike della Willamette University, è stato colui che ha svolto la ricerca e per primo ha prelevato campioni da varie parti della statua e ne ha analizzato la composizione isotopica, carbonio e ossigeno. Questa composizione può essere utilizzata per individuare la fonte del marmo confrontandola con altri marmi analizzati. “Le analisi hanno mostrato che il marmo proveniva da Naxos, ma da una zona dove non ci sono prove di antiche cave. Sappiamo che ci sono due cave nella parte settentrionale dell’isola. “Ma non sapevamo di antiche cave nel sud”.

Survey area. Credit Scott Pike/Google Earth.

Nonostante il fatto che la gente del posto gli assicurasse che i suoi sforzi erano vani, Pike si diresse a sud dell’isola e cercò essenzialmente delle sporgenze di marmo bianco. Dopo alcune settimane di ricerca, Pike iniziò a trovare piccole strisce di marmo bianco che non apparivano sulle carte geologiche. Ha quindi analizzato i suoi campioni di marmo e ha scoperto che due dei campioni di marmo bianco scoperti di recente nel sud corrispondevano bene al kouros di Apollo a Delo. “Sapendo ora che a Naxos c’è una fontana di marmo per queste statue e figurine dell’età del bronzo, l’area sarà più al centro del commercio di quanto si pensasse in precedenza”, afferma Pike.

*Pike ha presentato le sue scoperte alla riunione annuale del GSA Connects 2021 del Geological Survey of America a Portland.

Fonte: www.geosociety.org