Importazioni di marmo e granito dei paesi del Regional Comprehensive Economic Partnership

In che misura si prevede che la più grande associazione di libero scambio al mondo influenzerà le importazioni globali di marmo e granito?

La firma del Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP) è un dato di fatto. Il 15 novembre Cina, Giappone, Corea del Sud, Australia, Nuova Zelanda, Singapore, Brunei, Malesia, Tailandia, Filippine, Indonesia, Vietnam, Laos, Myanmar e Cambogia hanno formato il più grande sindacato libero del mondo. Questi paesi rappresentano il 30% dell’economia mondiale, il 30% del consumo mondiale con 2,2 miliardi di consumatori.

Stonetech banner ad

Va notato che l’India ha partecipato ai negoziati ma si è ritirata l’anno scorso a causa delle preoccupazioni che tariffe più basse potrebbero danneggiare i produttori agricoli nazionali. Tuttavia, i firmatari dell’accordo hanno affermato che la porta resta aperta affinché l’India possa partecipare in futuro.

Al momento non sappiamo se l’accordo includerà marmi e graniti. Tuttavia, Stonenews.eu presenta le statistiche delle importazioni – esportazioni di marmo e granito dei paesi membri dell’accordo.

Nella tabella seguente vediamo la quota totale (%) dei paesi membri della RCEP sul valore globale delle importazioni nel 2019 di prodotti in marmo e granito.

Nella tabella vediamo che la Cina monopolizza l’importazione di marmo grezzo e granito non solo tra i paesi membri della RCEP ma in tutto il mondo.

Nel processo di importazione del marmo lavorato spiccano i primi cinque con Corea del Sud, Australia, Vietnam, Giappone e Indonesia. Rispettivamente, la Corea del Sud e il Giappone si distinguono per il granito lavorato.

Si tratta di mercati molto esigenti che forniscono marmi e graniti lavorati quasi esclusivamente dalla Cina. Le distanze ravvicinate tra loro in combinazione con le enormi riserve di marmo-granito, know-how, esperienza e contatti danno evidenti vantaggi alle industrie cinesi.

L’accordo dovrebbe rendere le cose ancora più difficili per i fornitori occidentali, che, in una situazione di mercato globale senza precedenti a causa del COVID-19, sono alla ricerca di nuovi mercati per esportare marmo e granito lavorati.

Con il Regional Comprehensive Economic Partnership Agreement e la One Belt and Road Initiative, la Cina consolida la sua posizione nella più ampia regione dell’Asia, rafforzando ulteriormente la sua posizione nel mercato globale del marmo e del granito.