Sconvolgimenti nel commercio marittimo: aumento delle tariffe, congestione delle merci, accelerazione degli investimenti in flotta

Ergomac banner ad
Eltrak - Cat banner ad

La pandemia ha ridefinito il commercio marittimo, con una forte periodicità e ampie fluttuazioni della domanda e dell’offerta.

Ora, il mercato dei container è salito, “rompendo tutti i contatori”. Secondo gli analisti di mercato, i prezzi delle spedizioni container sono aumentati del 200%. Rispettivamente, i prezzi delle azioni delle compagnie di navigazione, cioè delle navi di linea, sono aumentati fino al 300%. In effetti, si prevede che anche l’utile lordo annuo del settore del trasporto di container raggiungerà circa $ 47 miliardi.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad

D’altra parte, la produttività e il servizio di container non sono gli stessi in tutte le catene di approvvigionamento, non sono gli stessi in ogni area geografica e in ogni porto. È indicativo che Danish Ship Finance, in una breve panoramica del mercato, abbia descritto il mercato globale dei container come “al limite del caos nel quarto trimestre del 2020 e nel primo trimestre del 2021”.

Un tipico esempio: la consegna porta a porta di un container al porto di Long Beach, in California, spedito da Tianjin, in Cina, ha richiesto 92 giorni! Secondo gli analisti, le ragioni della forte congestione in alcuni porti nordamericani sono la mancanza di lavoro causata dalla pandemia, la mancanza di container a causa delle interruzioni delle spedizioni all’inizio del 2020 e la mancanza di spazio di stoccaggio.

A questo punto, si sottolinea che la mancanza generale di misurazioni accurate per monitorare l’efficienza della catena di approvvigionamento, la disponibilità dei container e lo spazio di stoccaggio mina la produttività del trasporto merci.

Drewry stima un aumento del 15% dell’attività di trasporto di container per il secondo trimestre del 2021 e un aumento complessivo al rialzo di circa il 10% rispetto al 2020.

I profitti delle spedizioni dal 2020 al 2022 potrebbero raggiungere gli 87 miliardi di dollari, secondo Nilesh Tiwary, direttore della ricerca finanziaria marina di Drewry.

Fonte: www.metaforespress.gr