Come la pandemia ha influenzato le vendite nel mercato greco del marmo

L’impatto economico della pandemia di coronavirus nel settore dell’estrazione e lavorazione del marmo, ma anche la posizione del marmo greco nel mercato mondiale, si riflette in uno studio completato dal settore Management Consulting, Private Sector di ICAP SA, in collaborazione con DK Marketing.

Secondo lo scenario di base dello studio, la prevista diminuzione totale delle vendite per le aziende del settore dell’estrazione e della lavorazione del marmo nel 2020 (rispetto al 2019) sarà pari a -35% e le vendite nel settore ammonteranno a 366,7 milioni di euro. Lo scenario ottimistico prevede un calo minore (-30%) con vendite pari a 394,9 milioni di euro mentre nello scenario pessimistico il calo sarà maggiore (-40%) e le vendite ammonteranno a 338,4 milioni di euro. Come si può vedere, le vendite previste per il 2020 nello scenario di base sono inferiori alle vendite realizzate nel 2014.

A causa della prevista diminuzione delle vendite del settore della lavorazione del marmo, in tutta l’economia a causa degli effetti politici saranno ridotte le vendite in tutti i settori-fornitori. La prevista diminuzione totale delle vendite in tutti i settori fornitori nonché la riduzione della remunerazione dei lavoratori del settore marmo ammonteranno a -41,9 milioni di euro secondo lo scenario di base dello studio, mentre, secondo lo scenario ottimistico, la diminuzione del fatturato ammonterà a -307,2 milioni di euro e in base allo scenario pessimistico la riduzione arriverà a -493,6 milioni di euro.

Per quanto riguarda l’impatto sull’occupazione, secondo lo studio, la riduzione finale prevista dell’occupazione in tutti i settori fornitori, compreso il settore del marmo, sarà compresa tra -896 dipendenti (scenario ottimistico) e -2,689 (scenario pessimistico) con lo scenario di base diminuzione di -1.793 unità.

Per quanto riguarda la Grecia, l’industria del marmo è uno dei principali settori dell’economia greca, dato il suo grande grado di estroversione, ma anche uno dei più importanti esportatori mondiali. Il contributo totale del mercato al PIL greco è stimato in 1,27 miliardi di euro, con le vendite totali del settore pari a circa 520 miliardi di euro nel 2019. Il 76% delle vendite totali proviene dalle esportazioni, con conseguente si attesta a 395,4 milioni di euro, avendo registrato una contrazione nel 2019 del 9,38%. La maggior parte delle esportazioni riguarda il marmo grezzo, le cui esportazioni raggiungono i 246,36 miliardi di euro, coprendo il 62,3% del totale. Le esportazioni di prodotti in marmo lavorati sono invece valutate a 149,03 milioni di euro.

Fonte: amna.gr