Rodlew QMD ha puntato sull’espansione in nuovi mercati

Ergomac banner ad
Eltrak - Cat banner ad

La pandemia globale è stato un periodo difficile per molte aziende in tutto il mondo. Tuttavia, poiché le cose iniziano a tornare alla normalità, si sta creando l’occasione perfetta per le aziende per cogliere un’opportunità unica di crescita. Il principale fornitore di accessori per lapidi, Rodlew QMD, è una di queste organizzazioni che punta ad espandersi in nuovi mercati per il 2021.

Per Rodlew QMD, i prossimi mesi offriranno l’occasione perfetta per espandere la sua portata e crescita oltre il suo mandato attuale. “È stato certamente un anno difficile per tutti”, ha affermato Daniel Raczylo, vicepresidente di Rodlew QMD, “ma quando le cose iniziano a migliorare ed entriamo nella ‘nuova normalità’, riteniamo che sia il momento giusto per noi come business per puntare all’espansione in nuovi mercati”.

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad
Officine Marchetti banner ad

“Le radici della nostra attività a conduzione familiare risalgono al 1979 e abbiamo sempre cercato di essere all’avanguardia nel nostro settore, offrendo i migliori accessori per lapidi ai nostri clienti. Dai nostri prodotti in acciaio inossidabile resistente agli acidi e in bronzo ossidato nero alla nostra gamma di acciaio rivestito in oro e nero, siamo orgogliosi della qualità premium che offriamo ai nostri clienti”.

“Con sede a Rybnik, in Polonia, ora vogliamo offrire questi prodotti a un numero ancora maggiore di clienti e il nostro piano di espansione segue le recenti trasformazioni organizzative che ci hanno permesso di adottare un approccio più dinamico alle nostre operazioni e al nostro sviluppo. Crediamo che la nostra più grande forza sia la nostra offerta amichevole e dedicata ai nostri clienti, e ci sforziamo sempre di andare al di là delle aspettative dei nostri clienti”.

I progetti di Rodlew QMD potrebbero sembrare ambiziosi, ma con oltre 40 anni di esperienza e una base di clienti in tutta la Polonia e in Europa, il marchio è incredibilmente ben posizionato per cogliere le opportunità offerte dal mondo post coronavirus.

“Abbiamo lavorato duramente per affermare il nostro marchio in tutta Europa”, ha concluso Daniel Raczylo, “partecipando regolarmente alla fiera annuale della pietra e creando 16 croci come uno dei tanti simboli per il più grande altare d’ambra  del mondo nella Basilica di Santa Brigida in Danzica. Ora vogliamo costruire su questo nei prossimi mesi, stabilendo nuove connessioni con i clienti in mercati completamente nuovi e stiamo attivamente cercando nuove partnership, quindi tutte le parti interessate dovrebbero mettersi in contatto per scoprire come possiamo aiutarle”.