Kosmas Daskalopoulos: “Voglio mantenere il contatto con l’essere umano”

Eltrak - Cat banner ad
Papagiannoulis banner ad

Stonenews.eu ha avuto l’opportunità d’incontrare e parlare con Kosmas Daskalopoulos, figlio di direttore di Thrace Marble SA Stelios Daskalopoulos. Kosmas Daskalopoulos, laureato in ingegneria elettronica e in possesso di un MBA specializzato in strategia aziendale, è la terza generazione ad assumere la direzione dell’azienda di famiglia dalla sua fondazione.

Thrace Marble è un’azienda familiare che riflette i valori delle generazioni precedenti che l’hanno guidata. È stato questo uno dei motivi che l’ha spinta a impegnarsi nell’azienda?

Stonetech banner ad
Stonetech banner ad

Sono la terza generazione della nostra azienda e sono chiamata a raccogliere il testimone da mio padre, che è riuscito a farla crescere, a svilupparla e, soprattutto, a renderla redditizia nei momenti difficili che l’economia dell’intero Paese ha attraversato. Ogni giorno mi trovo di fronte a risorse e opportunità che mio padre e mio nonno hanno creato con grande impegno. Il mio unico obiettivo è trasferire la nostra visione e il nostro amore per il marmo in un prodotto finale che sia all’altezza delle aspettative dei nostri clienti e partner.

Entrare in un’azienda, soprattutto in giovane età, è un grande passo e un grande “impegno”. Come avete deciso di fare questo passo? 

Impegnarmi nella nostra azienda è stata una scelta consapevole, ma anche un’impresa impegnativa perché non avevo molta esperienza in altri settori. Mi sto formando ed educando quotidianamente. Sono entusiasta del concetto di organizzazione e di leadership e miro ogni giorno alla mia crescita personale, ma allo stesso tempo al miglioramento dell’insieme. Il mio mentore è mio padre, che mi nutre quotidianamente di conoscenze e consigli.

Qual è la sua strategia per modernizzare l’azienda?

Ci concentriamo sul marmo semibianco, un materiale molto usato e abbastanza diffuso. Trattiamo quantità molto elevate di marmo semibianco greco e turco. La nostra forte capacità produttiva ci spinge a puntare sempre su numeri maggiori e su un maggior numero di progetti. Anche se da tempo subiamo le conseguenze della crisi energetica, cerchiamo di ridurre al minimo i costi operativi e investiamo continuamente nell’ammodernamento delle nostre attrezzature meccaniche e nella nostra cultura organizzativa.

In qualità di nuova generazione al timone dell’azienda, ci sono elementi dell’organizzazione o del funzionamento dell’azienda che volete mantenere? 

Il valore dei clienti è molto importante per noi e cerco di trasmettere quotidianamente le mie conoscenze e la mia visione ai nostri collaboratori. L’azienda sta lentamente passando a un altro livello, ma ciò che cerco di mantenere è il legame con le persone. È molto importante vedere che i dipendenti si prendono cura dell’azienda come se fosse la loro. Credo fermamente che l’azienda sia il suo personale.

Quali sono i suoi progetti per nuove collaborazioni commerciali future? Sta pensando a un’espansione?

Ho molti sogni e obiettivi per il futuro della nostra azienda e, soprattutto, molta voglia di fare affari. 

La partecipazione a eventi di settore fa parte dei suoi progetti futuri per l’azienda?

Sì, sicuramente. La nostra azienda parteciperà a fiere di settore all’interno dei nostri confini geografici e, in un secondo momento, anche all’estero.

L’azienda contribuisce in modo significativo all’economia locale?

Le risorse umane della nostra azienda ammontano a 35 persone. È una piccola azienda familiare, molto estroversa e con una rete estesa di partner. Siamo, a mio avviso, un fattore importante per l’economia locale, poiché lavoriamo con una rete significativa di fornitori e professionisti della nostra città.